GIORGIO BOSCO (ministro plenipotenziario)

Auguro all’amico artista Fabio Pironi di Bondeno lunga e feconda vita, nella continuità delle opere e dei giorni.

 

DANIELE CORAGGIO (studente universitario)

Il binomio filosofico-fotografico è eccezionale; mai si era vista una mostra che trattasse di questi temi: la felicità, la serenità. Tali temi passano sempre in secondo piano in una società volta al progresso commerciale.

 

FILIPPO MARIA ZICCARDI (imprenditore)

La saggezza delle opere di FPB vola nella gioia del mondo

 

PAOLO GIORGI (console onorario della Tanzania)

Uno sguardo al mondo intero visto dal cuore

 

CLAUDIO SANTINI (fotografo d'arte)

La fotografia di FPB è bella perchè reale. Il sole è il suo maestro, senza artifizi o luci al neon. FPB fotografa è basta, quando il cuore e l'anima sono in sintonia.

 

GIOVANNI E ROSY PASSINA (giornalisti)

Accattivante ma anche iper-culturale. Il successo non le manca: le auguriamo di raggiungere un misticismo ancora più elevato.

 

PAOLO MASTELLA (commediografo)

Nonostante il nome d’arte "Cacciatore di Gioia", è evidente l’ostinata quanto disperata rincorsa del tempo.

 

ROLANDA AIUTI (operaia tessile)

Attraverso le sue immagini mi sono immersa nella bellezza della vita. Grazie.

 

MIRELLA (anonima)

Caro Fabio, l’intensità delle tue parole mi ha colmato l’animo di eternità …

 

DARIO ALTAVILLA (pensionato)

Rispetto ed ammiro tutto ciò che hai fatto. Spero di incontrarti presto per sognare nuovamente attraverso i tuoi occhi.

 

FILOMENA VECCHI (dipendente statale)

Sei grande, perché come me ami i popoli che soffrono. Ti sono grata per avermi regalato questa emozione.

 

GRAZIA TINA STORA (psicologa)

Porto con me il tuo sogno: l’emozione interiore.

 

CIRO GRANATO (stilista)

I miei complimenti sarebbero solo un’ipocrisia perché insufficienti dinanzi ad una verità così grande, espressa e vissuta realmente come ha fatto lei.

 

CLAUDIO CIRILLI (critico d'arte)

Il quadro di Silvia Magnani "Infanzia Reclusa" mi ha colpito molto. La foto è stupenda ma nel dipinto il soggetto vive ancora di più, diviene reale e si insinua nella nostra coscienza. Bravi.

 

RACHELE CAPUTO E LIA PANDOLFI (segretarie)

Siamo due donne lavoratrici e madri che nella breve pausa pranzo hanno deciso di curiosare nella sua mostra di Napoli. Ebbene, anche se la visita è stata breve, essa si è rivelata molto intensa. Riflettendo, ci siamo commosse. Complimenti.

 

MARIA MEGLIOLA (insegnante di lingua francese)

La sua impareggiabile esperienza non può che essere una profonda ricchezza per tutti noi. L’umanità che traspare da quegli sguardi e la divina incontaminata bellezza dei paesaggi, toccano l’animo e lo invitano ad interrogarsi ed a riflettere. Complimenti per le emozioni che ci ha regalato.

 

DANIELA BENAZZI (responsabile editoriale rivista Ars)

Non posso che aggiungere il mio modesto commento ad un lavoro che va a toccare il profondo dell'animo regalando non solo immagini, ma anche suoni e sensazioni che fanno riaffiorare la luce che viene dalla gioia di vivere.

 

ARNOLDO FOA' (attore di teatro)

Ciò che più mi ha affascinato conoscendo FPB, è il suo silenzio, il suo sguardo volto all'infinito, sicuramente introspettivo. Le sue opere parlano dell'essenza più pura della vita, di quella meravigliosa energia che viene espressa in alcune occasioni dalla natura e che prende forma tramite gli artisti che riescono a plasmare la materia, sotto una sorta di trance inaspettato ma sempre dalla natura giostrato. Il suo sguardo apparentemente assente è in realtà volto al cielo, al mare, lontani simboli di quell'infinito che egli ama tanto immortalare nelle sue opere. Conoscendolo, sapendo della vita profonda che egli ha vissuto in giro per il mondo come un moderno anacoreta, si rimane incantati dalla sua volontà di scoprire i segreti più profondi dell'esistenza.

 

 

La Sua opinione sull'opera di FPB è alquanto gradita e preziosa. Se ritenuta interessante, verrà pubblicata.

Nome e Cognome
Indirizzo E-Mail
Opinione